Symposium 2017

Abstract

Dr. Anna-Katharina Dembler, Berlin

Contrariamente a quanto succede per il concetto di “po-tenza”, nella letteratura sociologica e psicologica sono pochi i riferimenti al concetto di “impotenza”. Le cose cambiano quando rivolgiamo la nostra attenzione alle tradizioni di pen-siero filosofica, teologica e psicoanalitica. Nel linguaggio quotidiano invece l’idea dell’impotenza è interpretata dal punto di visto della potenza. “Potenza e impotenza” sono viste come una inscindibile dicotomia, connesse solamente da una relazione del tipo “o...o”. Questa relazione può anche essere pittoricamente rappresentata da “sopra e sotto”, con la gente comune naturalmente incline a identificarsi con il “sop-ra”. Durante la presentazione verranno inizialmente analizzati aspetti e forme dell’impotenza. Dove compaiono in relazione alle psicoterapie? Come si presentano potenza e impotenza durante una seduta di psicoterapia (singola o collettiva)? Quale importanza possiamo dare alla mentalizzazione nel processo psicoanalitico in riferimento alla comprensione di potenza e impotenza? Il linguaggio è l’espressione del pen-siero, da forma all’esperienze e viene a sua volta influenzato dalle stesse. Ci dedicheremo alla discussione di questo fe-nomeno in base a dei “case studies”…